LABORATORIO - Una nuova guerra fredda?
Laboratorio - Una nuova guerra fredda? Il confronto tra Stati Uniti e Russia nel teatro di crisi ucraino

 

icone_lab_studi_internazionali_3
Presentazione

La principale avvisaglia del diffondersi del disordine internazionale è rappresentata dalle difficoltà incontrate dagli Stati Uniti e dai loro principali alleati nel prevedere – e nel prevenire – alcuni tra i più significativi mutamenti politici degli ultimi anni. Governi, agenzie di intelligence e analisti sono stati colti di sorpresa non solo dagli eventi dell’11 settembre 2001 e dai risultati delle “primavere arabe”, ma soprattutto dal ritorno alla politica di potenza della Russia e dalla guerra civile strisciante in Ucraina. In relazione a questo teatro di crisi, numerosi analisti hanno iniziato a parlare di una “nuova guerra fredda”, sia per gli attori che vi prendono parte, che per il linguaggio e gli strumenti utilizzati, che per l’ampiezza dei territori potenzialmente coinvolti e la posta in gioco.

 

Metodologia

Realizzazione di un role playing con il coinvolgimento degli studenti che rappresenteranno i diversi attori della crisi in Ucraina e i loro interessi all’interno di un tavolo di trattativa diplomatica.

 

Obiettivi

Fornire agli studenti una chiave di lettura sulle origini della crisi in Ucraina e sui possibili scenari di evoluzione.

 

Incontri con

Antonello Folco Biagini, Franco Frattini, Gabriele Natalizia

Enti partner

Società Italiana per l’Organizzazione Internazionale (SIOI)

Centro di Ricerca “Cooperazione con l’Eurasia, il Mediterraneo e l’Africa Subsahariana (CEMAS)” di Sapienza Università di Roma

Centro Studi Geopolitica.info

Cookies help us deliver our services. By using our services, you agree to our use of cookies. More Info | Close